COME SI DEMOLISCE UN'AUTO

Come funziona e quali sono le fasi necessarie a demolire un veicolo.

LA TASSA DI CIRCOLAZIONE

Con la consegna del veicolo al demolitore (fa fede la data del certificato di rottamazione), decade l’obbligo di versamento della tassa di circolazione. Per la Regione Veneto sono validi anche i 30 giorni per il pagamento del bollo consegnando il veicolo al demolitore. Rifarsi al sito della Regione Veneto nel caso intervenissero variazioni rispetto alle presenti informazioni.

Per fare le cose nel miglior modo possibile, senza sorprese, né costi inutili, affìdati agli specialisti della demolizione, che da quasi 30 anni si occupano di questa attività, con la massima serietà.

PRIMA DELLA DEMOLIZIONE

Per prima cosa è importante contattare il nostro staff per ricevere tutta la consulenza degli esperti e non commettere errori. Valuteremo se sono presenti tutti i documenti e acquisiremo i dati necessari, come targa e codice fiscale dell’intestatario del veicolo, in modo da effettuare la visura.

QUALI SONO I DOCUMENTI DA PRESENTARE?

A seconda che l’intestatario del mezzo sia un privato o un’azienda, i documenti da preparare sono differenti. In ogni caso il nostro staff saprà affiancarti in questa fase delicata, per non sbagliare.

Se l’intestatario è una persona fisica, deve presentare: carta di circolazione, certificato di proprietà, documento di identità, tessera sanitaria (codice fiscale), eventuale delega se la consegna del veicolo viene effettuata da altra persona.
In caso di intestatario deceduto: oltre alla carta di circolazione e al certificato di proprietà del veicolo, occorre presentare copia del certificato di morte, dichiarazione sostitutiva di notorietà firmata da erede per se stesso ed eventuali altri con copie di documenti di identità, copia del documento di identità della persona deceduta.

Se l’intestatario è un’azienda, deve presentare carta di circolazione, certificato di proprietà, copia documento del legale rappresentante, copia visura dell’iscrizione alla Camera di commercio o dichiarazione sostitutiva di certificazione (reperibile sul nostro sito).
In caso di azienda fallita: carta di circolazione, certificato di proprietà, copia visura Camera di commercio della ditta fallita, copia documento legale rappresentante azienda fallita, autorizzazione del giudice fallimentare alla demolizione in originale o copia autenticata, copia documento del giudice fallimentare.

Se il libretto di circolazione o il certificato di proprietà fossero stati smarriti o distrutti, sarà necessario presentare una denuncia in originale effettuata presso un comando di polizia o carabinieri. Se invece il documento di circolazione è stato ritirato per mancata revisione, per sequestro del veicolo o per altri casi, deve essere prodotto il verbale in originale rilasciato dall’organo competente.

Documenti scaricabili: